Lettera agli Stakeholder

La creazione di valore per gli Stakeholder, secondo un modello di business sostenibile, è un driver strategico di RETI. Il Campus, l’innovazione e le competenze delle persone di RETI sono gli elementi fondamentali per lo sviluppo della società.
La redazione del primo Report di sostenibilità di RETI è parte del percorso e costituisce un’importante opportunità per la rappresentazione non soltanto dei risultati economici, sociali ed ambientali, ma anche per evidenziare le linee
strategiche di medio-lungo periodo e la loro coerenza con uno sviluppo sostenibile.
L’esercizio appena concluso è stato caratterizzato dal raggiungimento di importanti traguardi: la crescita dei ricavi a Euro 21.0 milioni (+10% rispetto al precedente esercizio), della redditività operativa (10.3%) e il superamento della soglia dei 300 dipendenti complessivi. Questi risultati sono stati raggiunti grazie al lavoro di squadra, alla passione e alla collaborazione di tutti gli Stakeholder. RETI, con il fine di rafforzare il proprio ruolo di ponte tra la realtà del lavoro e il territorio, è impegnata per generare un impatto sociale e culturale positivo, mettendo a disposizione il Campus per eventi formativi e culturali, sostenendo un modello di impresa interdipendente, aperto allo scambio e alla contaminazione con tutti i propri Stakeholder.
L’impegno di RETI è anche quello di rafforzare le relazioni con i clienti per la creazione di prodotti e servizi innovativi che possano anche contribuire a realizzare obiettivi ambientali e sociali, facendo leva su progettualità imprenditoriali aperte in termini di scambio di idee e competenze.
Reti punta anche sull’adozione di politiche e modelli operativi che possano ottimizzare l’utilizzo di risorse energetiche, contribuendo all’affermazione di modelli di “Green IT”.
Il «Campus» Engineering Solutions & Technologies, concepito secondo criteri di building automation è l’asset strategico della Società, un Centro di Innovazione dove vengono pensati e sviluppati i nostri progetti.
Un modello di business sostenibile richiede lo sviluppo coerente del tessuto sociale e degli ecosistemi che ci ospitano. Crediamo in una cultura d’impresa che connette in una visione unica, diversi ambiti, settori eterogenei, competenze complementari attraverso un “apparente” complesso intreccio di molteplici attori.
La nostra visione è infatti quella di creare spazi che promuovano, in pieno stile contemporaneo, la creatività e l’innovazione proprio attraverso la “contaminazione”.

Bruno Paneghini
Amministratore Delegato

Strategie e Linee Guida

La strategia di Reti ha l’obiettivo di consolidare la propria posizione nel mercato IT, facendo leva sulle linee guida che storicamente ne hanno caratterizzato la crescita, ovvero attraverso il continuo sviluppo di competenze che possano consentire di ampliare e diversificare il portafoglio clienti e le soluzioni offerte.
Gli obiettivi di Reti sono coerenti con i principi di un modello di sviluppo sostenibile, rispetto al quale il settore IT viene riconosciuto come strategico:

▪ Trasformazione digitale quale motore di sviluppo;
▪ Innovazione che punti su ricerca e sviluppo applicate e favorisca le idee, a sostegno delle filiere produttive;
▪ Sviluppo sostenibile e inclusivo, dove l’innovazione è al servizio delle persone, delle comunità e dei territori, nel rispetto della sostenibilità ambientale.
Per il raggiungimento di tali obiettivi è necessario effettuare investimenti per lo sviluppo e la realizzazione di infrastrutture che garantiscano l’affidabilità dei servizi IT ed il continuo sviluppo di competenze tecnologiche adeguate.

INFRASTRUTTURA - CAMPUS TECNOLOGICO

Ampliamento e potenziamento del Campus tecnologico con l’obiettivo di mantenere un time-to-market
competitivo. In particolare:
▪ sviluppo del Learning Provider proprietario (Reti Academy) che offre da un lato seminari, laboratori per
l’apprendimento e percorsi formativi in ambito tecnico e manageriale (alla base dello sviluppo dei centri di
competenza per il mantenimento di un elevato livello delle Skills relative alle Key Enabling Technologies) e
dall’altro workshop volti al coinvolgimento di nuovi talenti e potenziali clienti;
▪ sviluppo dei processi legati alle fasi di prototipazione delle soluzioni tecnologiche tailor made;
▪ ottimizzazione dei processi inerenti agli stress test, il collaudo e la delivery delle soluzioni implementate;
▪ ampliamento di nuovi laboratori e sviluppo ambienti sostenibili e flessibili, che rispondano velocemente alle
mutazioni del modo di lavorare.

NETWORK

Creazione di un network, per favorire la partecipazione, collaborazione e cooperazione di tutti gli Stakeholder
dell’ecosistema Reti: dipendenti, partner, clienti e territorio

COMPETENZE

Creazione di un network, per favorire la partecipazione, collaborazione e cooperazione di tutti gli Stakeholder
dell’ecosistema Reti:nel personale (recruiting, retention):
▪ Attività finalizzate al recruiting di personale specializzato nei sei centri di competenza.
▪ La retention del personale è strettamente collegata allo sviluppo di specifiche iniziative a carico dell’azienda
a beneficio dei dipendenti: formazione di carattere tecnico/manageriale, partecipazione a percorsi volti al
raggiungimento di certificazioni internazionali, servizi. dipendenti, partner, clienti e territorio

WELFARE

Contenuti nel piano di welfare aziendale.

PARTNERSHIP

Scouting di nuove partnership strategiche con i principali player del settore IT con l’obiettivo di individuare ed
applicare nuove soluzioni tecnologiche al fine di garantire un’offerta all’avanguardia.

RELAZIONI CON I CLIENTI

Sales responsabile: Potenziamento della forza vendita interna, mediante l’introduzione di nuove figure dedicate
all’esclusiva attività di Sales. Personale che affiancherà le attuali risorse tecniche già coinvolte nelle attività di
vendita, attraverso l’adozione di nuove modalità di proposizione dell’offerta.

Società Benefit

Nel corso del 2020 Reti ha avviato il processo di trasformazione in Società Benefit, una forma di società a scopo di lucro, ma caratterizzata da un livello più alto di trasparenza e accountability.
La forma giuridica di società benefit rafforza l’assunzione dell’impegno da parte di Reti per il perseguimento dei propri obiettivi di business in modo responsabile.
L’impegno da parte di Reti può essere rappresentato secondo quattro linee di azione e aree di impatto:

Interdipendenza: rafforzare il legame con il territorio – sostenere la formazione e l’ingresso nel mondo del lavoro per le nuove generazioni e categorie svantaggiate
Persone: realizzare un sistema di welfare per i propri dipendenti che permetta di valorizzare e favorire lo sviluppo delle competenze e l’attrazione di talenti
Trasmissione di valori / soluzione di business: creazione di soluzioni e servizi innovativi e sostenibili, con impatto positivo di carattere sociale ed ambientale
Ambiente: adozione di politiche di utilizzo responsabile delle risorse naturali e che riducano l’impatto ambientale delle proprie attività

Analisi di Materialità

Gli Stakeholder sono quei gruppi di soggetti portatori di un interesse nei confronti di un’organizzazione. Le decisioni e le attività di un’organizzazione hanno un impatto sugli Stakeholder, ma la reciprocità delle relazioni, determina che gli Stakeholder influenzino l’organizzazione.

Nello svolgimento della propria attività, Reti mantiene relazioni costanti con i propri Stakeholder, utilizzando i canali di comunicazione istituzionali e diretti (incontri – presentazioni – scambi di comunicazione – social network – eventi e momenti di incontro presso il Campus, procedure e protocolli aziendali).

Il coinvolgimento degli Stakeholder rappresenta una delle linee guida strategiche di Reti. L’obiettivo del confronto con gli stakeholder interni ed esterni è quello di raccogliere le loro aspettative, valutazioni ed interessi con specifico riferimento alle tematiche di sostenibilità.

L’analisi di materialità è la valutazione degli aspetti che assumono particolare rilevanza per l’impresa e per i suoi Stakeholder. Il processo consente di individuare le tematiche di sostenibilità che hanno impatti rilevanti (positivi e negativi) sia per la Società che per i suoi Stakeholder in materia di governance e per i diversi ambiti della sostenibilità: economica, ambientale e sociale.

Reti ha effettuato una analisi preliminare di materialità, rivolta al management aziendale e validata dall’Amministratore Delegato. Tale indagine si è basata sui valori, strategia, modello di business ed organizzativo di Reti ed ha compreso anche un’analisi di benchmarking di settore.

Modello 231 e Codice Etico

Dal 2017 Reti ha adottato un “Modello di organizzazione, gestione e controllo” ai sensi del D.Lgs. 231/01, normativa che ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano la responsabilità amministrativa degli enti.
Il Modello tiene conto, in particolare, delle caratteristiche strutturali ed organizzative di Reti e viene periodicamente aggiornato. Il Modello presuppone il rispetto di quanto previsto nel Codice Etico, formando con esso un corpus di norme interne finalizzate alla diffusione di una cultura improntata all’etica ed alla trasparenza aziendale.
Il Modello 231 costituisce il fondamento del sistema di governo della Società ed è funzionale all’implementazione del processo di diffusione di una cultura d’impresa improntata alla correttezza, alla trasparenza ed alla legalità.
Il Modello si propone, inoltre, le seguenti finalità:

▪ fornire un’adeguata informazione ai dipendenti, a coloro che agiscono su mandato della Società, o sono legati alla Società stessa da rapporti rilevanti, con riferimento alle attività che comportano il rischio di commissione di reati;

▪ diffondere una cultura d’impresa che sia basata sulla legalità, in quanto la Società condanna ogni comportamento non conforme alla legge o alle disposizioni interne;

▪ diffondere una cultura del controllo e di risk management;

▪ attuare un’efficace ed efficiente organizzazione dell’attività di impresa, ponendo l’accento in particolar modo sulla formazione delle decisioni e sulla loro trasparenza e tracciabilità, sulla responsabilizzazione delle risorse dedicate alla assunzione di tali decisioni e delle relative attuazioni, sulla previsione di controlli, preventivi e successivi, nonché sulla gestione dell’informazione interna ed esterna;

▪ attuare tutte le misure necessarie per ridurre il più possibile e in breve tempo il rischio di commissione di reati, valorizzando i presidi in essere, atti a scongiurare condotte illecite;

Come previsto dalla normativa in materia, è stato costituito un idoneo Organismo di Vigilanza, preposto a vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello ed a curarne l’aggiornamento.

Il Codice Etico, che individua le linee guida di condotta aziendale, è parte integrante del Modello ex D.Lgs. 231/01. Reti ha adottato il proprio Codice Etico, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 11 maggio 2017, che recepisce e formalizza i principi ed i valori etico-sociali di cui debbono essere permeati il comportamento della Società e dei destinatari in generale, e che nella prassi la Società ha fatto propri già anteriormente all’emanazione del D.Lgs. 231/2001.

Il Codice Etico di Reti si conforma ai seguenti principi

error: I contenuti sono protetti