La virtualizzazione ha rivoluzionato l’utilizzo delle risorse computazionali nei nostri datacenter. Ma lo storage non sempre è stato in grado di reggere il passo divenendo rapidamente il collo di bottiglia ed uno dei principali costi di un datacenter virtualizzato.

La nostra esperienza, maturata nella progettazione e realizzazione di infrastrutture virtuali grandi o piccole, ci ha mostrato che spesso il costo di mantenere uno storage tradizionale adeguato sia in termini di capacità (spazio disco) che di performance (IOPS erogati) ha penalizzato i risparmi ottenuti attraverso i numerosi progetti di virtualizzazione server realizzati negli ultimi anni.

Laddove non sia possibile o conveniente sostituire il proprio storage tradizionale con uno di nuova concezione, realizzato appositamente per la virtualizzazione (es. Nutanix), ciò che serve aggiungere, in un moderno datacenter, è la capacità di scalare liberamente le performance dello storage disaccoppiandole dalla capacità.

Questo è quello che fa PernixData FVP. Integrandosi perfettamente con l’hypervisor è in grado di aggregare e sfruttare le performance degli attuali dischi SSD (ormai relativamente economici) da installare sui singoli host e presentando alle macchine virtuali un Tier1 ad altissime prestazioni che maschera ed accelera lo storage tradizionale.

pernixdata

Ottimizzando letture e scritture a livello di host, PernixData FVP riduce le latenze delle operazioni di IO da millisecondi a microsecondi rendendo inoltre le performance dello storage completamente indipendenti dalla sua capacità.

Con PernixData FVP potete incrementare drasticamente le performance del vostro storage qualunque esso sia indipendentemente dalla sua capacità, utilizzando server-side flash, e senza richiedere nessuna modifica alle applicazioni, alla vostra infrastruttura virtuale o al vostro storage.

schema

Per maggiori informazioni visitate il sito o contattate Carlo Toja.